Allarme cattedre vacanti: in Toscana assegnati 1805 incarichi su 4500 disponibili

   
Allarme cattedre vacanti: in Toscana assegnati 1805 incarichi su 4500 disponibili

In Toscana ci sono circa 4500 cattedre disponibili ma le cattedre assegnate sono solo 1800.

A denunciare il problema sono stati i segretari regionali del sindacato della scuola, Flc-Cgil, Cisl, Gilda-Unams, che su Firenze Today così riportano:

Su circa 4500 cattedre autorizzate dal Ministero per la Toscana, si sono riuscite ad effettuare soltanto 1805 nomine, fra le graduatorie di merito del concorso 2016 e le graduatorie ad esaurimento provinciali (cosiddette GAE)”.

Le ragioni di questo risultato, che tra l’altro è addirittura più basso della media nazionale -hanno detto i rappresentanti sindacali – vanno ricercate nell’esaurimento delle graduatorie e nella mancata effettuazione delle prove concorsuali per molte delle classi di concorso”.

I sindacati richiedono la calendarizzazione delle prove di concorso, e il loro svolgimento in tempi stretti.

Se si pubblicassero inoltre le graduatorie FIT entro il 31 dicembre, si potrebbero recuperare alcuni posti che non sono stati assegnati entro il 31 agosto.

Il problema, per i sindacati, è il modo di applicazione delle direttive ministeriali in Toscana.

Mancano soprattutto le cattedre su sostegno

Solo una minima parte dei posti disponibili sono stati coperti da docenti in possesso dei titoli di specializzazione: il 15%.

Dei corsi di specializzazione per diecimila posti annunciati dal Ministro Bussetti non c'è ancora traccia.

Anche alla luce di ciò, i sindacati hanno richiesto più trasparenza all'USR, il quale ha fornito solo ora, dopo un mese e mezzo, i dati reali sulle stabilizzazioni.

Serve più trasparenza, per il personale della scuola ma anche come segno di rispetto per le famiglie e gli studenti”, concludono i sindacati.

INVIA ORA LA TUA MESSA A DISPOSIZIONE